19 aprile 2017 – Fra l’ottava di Pasqua

Vedere ciò che è dietro le righe, ciò che muove il vento, attraverso il reale e stupirsi di esso è solo di chi ama. Quante volte mi accorgo di non amare fermandomi alle ferite che la realtà mi infligge; mentre attraversando la sofferenza vedo ciò che è amabile del disegno e del desiderio di Dio, di Cristo di tutta la realtà, di tutte le persone della storia e di ogni luogo.