3 aprile 2018 – Martedì fra l’ottava di Pasqua

Gli apostoli, i discepoli e tante altre persone hanno visto il Signore dopo la risurrezione, hanno toccato con mano il miracolo della presenza del Corpo di Cristo dopo la risurrezione. A noi è dato di toccare e vedere la Sua presenza sperimentandone gli effetti, cioè guardando a ciò che, accadendo nella nostra vita, diventa avvenimento d’amore che cambia l’uomo. E in quel momento, se non siamo ottusi, diciamo: ‘’mio Signore e mio Dio’’.