Domenica 31 maggio 2020 – Domenica di Pentecoste (solennità)

La Bibbia ci descrive bene i sei giorni di fatica in cui Dio lavora. Ma dopo aver fatto l’uomo si ferma: è il settimo giorno, che nel mondo cristiano è il giorno del riposo. Dio – scrivono i Padri della Chiesa – si ferma perché ha trovato l’essere a cui perdonare i peccati (“perdona settanta volte sette”). Il numero sette, il settimo giorno sono dunque legati dal riposo e dal perdono, che diventa per sempre. Chi quindi vuole vivere sempre non può riposare senza perdonare e non può perdonare senza riposare.