Lunedì 4 dicembre 2017

Se non siamo ipocriti e confusi vediamo le falsità di qualsiasi potere umano. Gesù è stato ucciso da esso. L’ostilità contro la Sua novità si è manifestata nella durezza oltraggiosa dei farisei, nello scetticismo dei conquistatori romani preoccupati perché rivendicava una dignità anche per gli schiavi e diceva “Date a Cesare ciò che è di Cesare, e date a Dio ciò che è di Dio”.  Anche noi rischiamo l’ipocrisia e non amore a Cristo quando pensiamo di non aver bisogno di Lui per salvarci, quando pensiamo di fare giustizia con le nostre mani, quando non guardiamo i volti delle persone che ci fa incontrare per unirci a Lui e scoprire la gioia nel seguirlo.