Mercoledì 8 novembre 2017

Vorrei cercare di riflettere su cosa sono i nostri averi da lasciare per seguire Gesù. Io penso che innanzitutto questi averi siano le immagini che abbiamo di noi stessi e degli altri. Infatti tale posizione è farisaica e ci impedisce di vedere la verità e di accettarne di nuove. Offusca la nostra capacità di riconoscere la presenza di Cristo che si manifesta nella realtà in modi sempre nuovi e unici, ieri come oggi. Così, impettiti e solenni, pensiamo di pronunciare e consigliare saggezze solo nostre e mondane, ma sono solo immagini costruite da noi e le scambiamo per verità. Cristo è una continua sorpresa, è l’intercettare la Sua presenza che si manifesta in modo sempre diverso, la vera strada della conoscenza dentro un’immedesimazione con Lui.