Sabato 11 novembre 2017 – S. Martino di Tours, vescovo (memoria)

Il vangelo di oggi ci apre veramente il cuore e va direttamente contro un certo moralismo borghese. Il padrone loda l’amministratore che ha ottenuto amicizia donando ciò che non è suo, cioè in modo disonesto. Ma se ci pensiamo bene anche noi abbiamo ottenuto la salvezza non per i nostri meriti, ma per un dono gratuito di Cristo. Allora anche noi siamo disonesti?  Siamo profondamente peccatori anche noi, anche se non sempre ce ne rendiamo conto, non capiamo che tutto è dono di Dio, a cominciare dalla creazione. Noi dobbiamo essere grati di ciò che Dio ha donato a tutti gli uomini ed alla nostra vita. Allora non ci sentiremo padroni di ciò che Dio ha creato e sapremo donare la metà del mantello come Martino di Tours.