Sabato 2 dicembre 2017

Nella nostra società si manifestano la corruzione, la disonestà, lo sfruttamento delle persone, la precarizzazione del lavoro e la disoccupazione. I giovani avvertono giustamente il desiderio ribellione, ma non può sfociare nella violenza che non crea alternative e perpetra il male. Ciò richiede un cambiamento del cuore di chi governa, ma anche di chi avverte le ingiustizie presenti affinché non le ripetano. È sempre più importante la collaborazione tra gli uomini di buona volontà, laddove nei credenti è fondamentale testimoniare la trasfigurazione, che si sta realizzando nel loro rapporto con Cristo.