Sabato 5 maggio 2018 – Nella Diocesi di Pescara-Penne memoria del Beato Nunzio Sulprizio, operaio

Parliamo di CUORE per indicare ciò che consideriamo la migliore qualità della persona; è una persona di cuore, è un uomo di cuore, quello si che ha cuore. Sempre, quando parliamo del positivo di ciò che è ammirabile, usiamo la parola “cuore” proprio perché essa vuol dire che abbraccia ciò che normalmente non sarebbe abbracciabile, abbraccia anche chi non ha cuore.