Venerdì 15 febbraio 2019

Una volta il giornalismo e la stampa è stato chiamato “il quarto potere” come il titolo di un famoso film, dove chi deteneva quel “quarto potere”, era il vero “delinquente della storia”. Oggi molti nei social e nei mass-media si comportano come “delinquenti della storia”, spero che non si rendano conto di quello che fanno mandando a loro piacere persone dalle “stelle alle stalle” e viceversa, rendendosi colpevoli delle disgrazie e fortune di tante persone. Una società adulta e matura non può rimanere prigioniera e schiava di un tal misfatto e di una tale disinformazione e diffamazione ingiusta. Occorre una società in cui s’impari a essere liberi per non rimanere imbrogliati e strumentalizzati senza che ce ne rendiamo conto.