Venerdì 15 maggio 2020

Quando non amiamo dell’amore di Cristo ma di un amore filantropico, non abbiamo altra via d’uscita nella vita che farci ammirare: ammirare, non amare. Succede così che obblighiamo gli altri ad ammirarci e, fingendo di aiutarli, li umiliamo, così che poi riconoscano il loro salvatore. Questo presunto salvatore, però, li ricatta e a fatica si accorgono che non li sta salvando, ma usando. È un male così profondo e radicato, che solo Dio potrà giudicare l’azione di persone tanto orgogliose.